Riso con Crema di Broccoli Gratinato al Forno

Riso con Crema di Broccoli Gratinato al Forno

Era da tempo che tenevo in serbo questa ricetta…mi dicevo che l’avrei pubblicata in un fine settimana in cui avessi avuto poco tempo per dedicarmi alla cucina, e quindi niente di nuovo da condividere nel Blog.

Ed oggi, che per l’appunto mi sono dedicata ad altre cose (Francesca ogni tanto mi coinvolge in sessioni sportive che mi lasciano con la lingua di fuori, e quando poi torno a casa, IO DEVO IMMEDIATAMENTE MANGIARE, altro che pensare a farlo!), l’ho tirata fuori dal cappello!

Vi ricordate quando pubblicai la ricetta della crostata salata ai broccoli? Ecco, questo riso è nato dall’esigenza di dover “riciclare” degli avanzi di quella preparazione: mi ritrovai con troppo ripieno per la crostata, e quindi che fare? Mica potevo buttare quella squisita cremina di broccoli! Credo che poi quel giorno avessi  voglia di cereali, perché in un attimo, mi venne in mente un piatto che faceva mia nonna quando ero piccola: il riso al forno. Il suo era molto diverso: il cereale, già cotto, veniva condito con prosciutto cotto, besciamella, e altri formaggi vari, e poi messo in forno, come una lasagna. Ed era una bomba. Squisito, va detto. Ho pensato che avrei potuto ricreare un piatto del genere, adattandolo ai miei nuovi gusti e scelte alimentari. Un riso al forno morbido, come era quello, in cui accanto al cereale però, altrettanto protagonista fosse la verdura. In cui i formaggi si fanno da parte per dare il benvenuto ad altri ingredienti , a prova di intolleranza..

E il gusto non manca, con la base di cipolla che si sposa con la delicatezza del broccolo, e le nocciole tostate che formano quella crosticina invitante, croccante.

Ci tengo a dire che queste per me sono preparazioni “da domenica”, da una volta ogni tanto, non certo l’esempio corretto di alimentazione sana e genuina. Ok abbiamo un cereale nobile, ok, abbiamo la verdura, che è il pilastro della buona alimentazione…ma non ritengo, per esempio, che la panna di soia che ho usato per questa ricetta sia uno di quegli “alimenti buoni” da tenere come capisaldi nell’alimentazione quotidiana. Io non mangio latticini, e quando voglio qualcosa che me li ricordi, ricorro a questi ingredienti. Ma è un evento assolutamente sporadico, e vi consiglio di fare altrettanto. Ricordate che il cibo industriale è molto lavorato, e non necessariamente vegan è sinonimo di salutare. E’ la cucina naturale, quella che dobbiamo ambire a portare in tavola nella nostra quotidianità. Se quel  giorno non avessi usato gli avanzi, e avessi avuto più tempo,  avrei sostituito la panna di soia con una besciamella di riso, preparata al momento seguendo una ricetta macrobiotica. Ve ne parlerò un’altra volta.

Terminata questa doverosa digressione, passiamo agli ingredienti. Ho un po’ di difficoltà nell’indicarvi le dosi, avendo io realizzato questo piatto utilizzando, come vi dicevo, degli avanzi di una precedente preparazione. Dovrò andare un po’ a spanne…poi magari, se provate la ricetta e avete delle correzioni da suggerirmi, che mi consentano di tarare meglio le quantità degli ingredienti, vi sarò grata se me li farete avere! Facciamo squadra :D. Comunque…mi tengo sull’abbondante: vorrà dire che se vi avanzasse, potrete realizzare delle teglie monoporzione da tenere in congelatore e riutilizzare in una domenica come la mia, in cui non avete avuto tempo per cucinare.

Ingredienti:

  • 1 broccolo
  • 1 cipolla
  • 100 gr di panna di soia
  • 20/30 gr di lievito secco alimentare in scaglie
  • 300 gr di riso baldo integrale (circa 4 porzioni)
  • Nocciole tostate e triturate q.b.
  • Pangrattato q.b.
  • Sale marino integrale
  • Olio evo

Preparazione:

Per prima cosa lavate e lessate il broccolo in acqua bollente salata. Mentre cuoce, affettate sottilmente la cipolla e stufatela con olio e sale in padella con coperchio, finché non sarà ammorbidita. Verificate ogni tanto che non si attacchi, in caso potete aggiungere a poco a poco un goccino di acqua, fino ad ultimare la cottura, ma non dovrebbe essere necessario perché cuocendo la cipolla rilascia la sua acqua, e se la fiamma è bassa, sarà sufficiente quella per non farla attaccare. Al termine aggiungete i broccoli e lasciate che insaporiscano insieme, a fuoco spento.

Sciacquate il riso sotto l’acqua corrente e mettetelo in pentola a pressione, o pentola tradizionale, se non l’avete: quello che cambierà, come vi dico sempre, sarà solo il tempo di cottura.

Aggiungete il sale grosso (non molto) e l’acqua in proporzione 1:3 (con la dose di riso indicata, 900 gr di acqua) Chiudete la pentola e fatela giungere ad ebollizione: da quel momento, contate il tempo di cottura. Verificate i minuti di cottura riportati nella confezione del vostro riso e, se utilizzate la pentola a pressione, dimezzateli. Questa è la tecnica di cotture dei cereali “per assorbimento”: se avete bisogno, la spiego meglio nell’articolo del Riso Basmati con carciofi croccanti e nocciole tostate.

Nel frattempo che il riso cuoce, terminiamo la preparazione del ripieno, lasciato lì ad insaporire. Aggiungete la panna di soia ed il lievito secco. Amalgamate il tutto. Aggiustate di sapore, se necessario.

Quando il riso sarà cotto, lasciate che riposi una decina di minuti. Dopodiché, conditelo con la crema di broccoli. Se vedete che è tanta per il vostro riso, lasciatela da parte…pensate buona che dovrebbe essere, per condire un goloso panino, magari accompagnata con delle verdure fresche e semi oleosi a piacere.

Prendete una teglia capiente, o delle monoporzioni, irrorate con un filo d’olio la base, e versate il riso. Terminate con una bella spolverata di nocciole tostate e pangrattato e un ultimo giro d’olio.

Mettete in forno a 200°, meglio se ventilato, per 10/15 minuti, e comunque il tempo necessario perché si formi una crosticina dorata.

Riso con Crema di Broccoli Gratinato al Forno
Riso con Crema di Broccoli Gratinato al Forno

Una ricetta “per una volta ogni tanto”, ma quella volta, GODETEVELA!

0 comments on “Riso con Crema di Broccoli Gratinato al FornoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *