Risotto con Crema di Anacardi allo Zafferano e Scorzette di Limone

Quanto mi manca, scrivere e raccontarmi nel mio Blog, in queste giornate così frenetiche dove la mente è sempre costretta ad impegnarsi in una miriade di altre cose!

Negli ultimi giorni ho cucinato molto, il difficile era raccontarvelo, trovarsi nella “luna giusta” per scrivere. Perché anche scrivere, come cucinare…come tutte le cose in cui ci si impegna, richiede Amore e Dedizione. Altrimenti è meglio lasciar perdere. Ed io ultimamente ho veramente poco, ma poco tempo, per raccontare, per parlarvi di qualche alimento poco conosciuto che merita di essere utilizzato, per darvi qualche consiglio su ricette che ho sperimentato, o semplicemente per rendervi partecipi di un po’di affari miei :).

E pensare che ne sono successe di cose, a partire da cene con le amiche, incontri particolari, e tanti piatti preparati. Tutto comunque documentato con foto sulla pagina Facebook!

Mi sto dilungando e tempus fugit! Vi scrivo perché voglio regalarvi la ricetta del risotto che ho preparato ieri sera per la Festa della Donna. Una chicchina. Delicato e semplicissimo. E sapete che io non sono una chef, ma una semplice sperimentatrice e appassionata di cucina: se vi dico che è facile, potete fidarvi! 😉

Volevo fosse giallo e profumato…come una mimosa! E così era!

Vi do le dosi per 2 persone.

Ingredienti:

  • 180 gr di riso fino semi-integrale (tipo Ribe o Carnaroli)
  • 100 gr di anacardi non salati
  • zafferano in polvere
  • scorza grattugiata di un limone biologico
  • qualche goccia di succo di limone
  • paprika q.b.
  • erba cipollina a piacere
  • sale rosa
  • olio EVO

Preparazione:

Come primo passaggio, bisogna mettere gli anacardi in ammollo, almeno un paio di ore prima del loro utilizzo.

Al momento della preparazione, lavate il riso e fatelo scolare. Cuocetelo con la tecnica “per assorbimento” di cui vi ho già parlato in altri articoli (Riso Basmati con carciofi croccanti e nocciole tostate), seguendo le indicazioni di tempo e acqua riportate sulla confezione. Per il mio, sono stati sufficienti 12 minuti in pentola a pressione, con il doppio di acqua e qualche chicco di sale rosa (o un altro sale, purché sia un BUON sale!). Mettete la pentola sul fuoco con un giro di olio e paprika a piacere, e quando l’olio è caldo, aggiungete il riso e fatelo tostare 1/2 minuti. Terminato questo passaggio coprite con l’acqua, salate, e fate cuocere.

Mentre il riso cuoce, grattugiate la buccia del limone, facendo attenzione a non prendere anche la parte bianca, che conferirebbe una nota amara non gradevole al piatto.

E ora la crema di anacardi! Ponete gli anacardi nel contenitore del frullatore ad immersione, con 2/3 cucchiaiate di acqua di ammollo. Mettete un altro paio di cucchiaiate in una tazzina, in cui farete sciogliere lo zafferano (io ne ho messa 1/2 bustina, ma potete regolarvi sul vostro gusto personale: se volete un sapore più marcato, osate di più! Tuttavia, con queste dosi il risultato è a mio avviso molto equilibrato). Non gettata l’altra acqua di ammollo, perché potrebbe ancora esserci utile.

Aggiungete agli anacardi lo zafferano diluito, qualche goccia di succo di limone, ed iniziate a frullare. Regolatevi con l’acqua che avete lasciato da parte, aggiungendone a mano a mano fino ad ottenere una consistenza levigata e cremosa…tipo la panna da cucina, per capirci, leggermente più “grumosa”.

Quando il riso avrà raggiunto la cottura ideale – non acquoso, ma umido e mantecato – unite le scorzette di limone grattugiate, lasciandone poche da parte come guarnizione finale. Lasciate che si insaporisca e riposi qualche minuto coperto.

Condite il vostro risotto con la crema di anacardi. Per un risultato più carino, formate delle porzioni con il coppapasta, e decorate con le scorzette di limone ed erba cipollina a piacere.

Che sia la Festa della Donna, o una semplice giornata in cui c’è voglia di sole…coloratela di giallo con questo risotto!

 

 

0 comments on “Risotto con Crema di Anacardi allo Zafferano e Scorzette di LimoneAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *