Quinoa con Fiammiferi di Carote al Limone, Olive Taggiasche e Basilico

Oggi vi do questa ricettina facile facile, con la quinoa.

Questo “pseudo-cereale” (di cui vi ho giò parlato nell’articolo Quinoa con Cavoletti saltati, Zenzero e Semi di Chia) non lo mangio spesso, ma ogni volta che scelgo di consumarlo, mi regala una bella soddisfazione.

E’ quasi imbarazzante descrivere il procedimento di questa ricetta, tanto è basilare, ma mi sono accorta che spesso, in cucina, quello che manca sono le idee, più che il saper fare e le capacità. Non è tanto il problema di “mettercisi”, a preparare la cena, ma quello di avere il tempo e le energie di “pensarci”, a cosa portare in tavola. Problema che sente bene, chi ha fatto quel saggio passo in avanti per allontanarsi dalla facile, scontata soluzione di aprire il frigo e tirare fuori affettati e formaggi.

Ecco che un accostamento anche piuttosto banale, carote, olive e limone, abbinato ad un alimento non troppo comune, ma veloce da cuocere, come la quinoa, ci dà una soluzione originale e pratica per una cena poco impegnativa e sana.

Adesso poi. Adesso che esci dal lavoro ed il sole inizia a farsi sentire, ed il suo richiamo è forte. Adesso che la voglia di passeggiate, di aria aperta, è tale che pare di sprecarla, la vita, se non l’assecondi quella voglia, la Cucina deve necessariamente adattarsi a questa esigenza dell’anima.

Nessun ammollo, niente da cuocere in anticipo: passeggiate in braccetto con il Sole e respirate, lentamente e profondamene. Lasciate alle spalle tutto ciò che ne è stato, della giornata appena trascorsa. E dedicatevi a voi. Pensate alla vostra cena, che è un po’ come meditare.

Ingredienti:

  • 100 gr di quinoa bianca
  • 2 carote
  • 3 cucchiai di olive taggiasche
  • basilico fresco q.b.
  • scorza grattugiata e succo di un limone non trattato
  • olio EVO
  • shoyu
  • un pizzico di sale marino integrale

Preparazione:

Prima di procedere alla cottura della quinoa, bisogna avere l’accortezza di lavarla bene, perché è un cereale molto polveroso, e per eliminare i residui di saponine che rivestono il seme (servono a tenere gli uccelli lontani dalla pianta), che, altrimenti, altererebbero il gusto finale, lasciando la quinoa piuttosto amara.

Sciacquatela quindi bene e più volte con l’aiuto di un colino, fino a che l’acqua da torbida risulterà limpida.

Dopo il risciacquo, ponete la quinoa in pentola insieme ad un volume d’acqua doppio rispetto a quello dei semi, aggiungete un pizzico di sale, e fate cuocere per assorbimento, per circa 15-20 minuti. Con la pentola a pressione il tempo si riduce a 8-10 minuti. A cottura terminata, i semi si saranno gonfiati, ed avranno assunto un colore traslucido (si può vedere all’interno del seme una sorta di spirale).

Lasciate riposare la quinoa, e preparate le carote. Lavatele, tagliatele trasversalmente, poi impilate le fettine una sopra l’altra e realizzate dei tagli verticali, a realizzare dei bastoncini. Scaldate un filo d’olio in padella, e quando è caldo versateci le carote. Fatele saltare a fiamma vivace per un minuto, poi abbassate il fuoco, aggiungete un goccino – poco, devono rimanere piuttosto al dente – di acqua, mettete un coperchio e fate andare per un paio di minuti. Poi scoprite, condite con un cucchiaio di shoyu, ed amalgamate bene.

Spegnete il fuoco ed aggiungete il succo e le scorzette  di limone.

Triturate le olive taggiasche, e versate tutto insieme in una ciotola: quinoa, olive e carote, amalgamando bene.

Profumate con delle foglie di basilico fresco e un filo di olio extra vergine a crudo.

Ve l’avevo promesso che era facile!

Quinoa con Fiammiferi di Carote al Limone, Olive Taggiasche e Basilico

 

1 comment on “Quinoa con Fiammiferi di Carote al Limone, Olive Taggiasche e BasilicoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *