Contrasto di Mousse Amore Bio

Inizio a raccontarvi questa mousse, mentre l’ho riposta in frigorifero a raffreddare. Penna in mano e sole in faccia, come è giusto che sia, in una domenica mattina splendida.

Era da un po’ che volevo realizzare un dolce di questo tipo. Ispirazioni sparse, idee di accostamenti e, infine, lo sprint di entusiasmo giusto, per mettere insieme il tutto: il corso di cucina con Marzia Riva, da cui sono appena tornata.

Entrare in contatto con l’energia creativa ed appassionata di persone nelle quali vedi negli occhi lo stesso entusiasmo che senti animare i tuoi, è sempre un carico di adrenalina forte, per me. E divento come una spugna, pronta ad assorbire tutto quello che lo Chef è disposto a condividere.

Tutto questo, è già molto, di per sé. Se poi ci metti che Marzia è pure simpatica, gioviale e alla mano…ecco che imparare diventa molto più stimolante e divertente. Superfluo dire che sognerei di farmi una settimana di “ferie” per partecipare ai corsi di cucina al Joia Academy di Milano, dove lei lavora…

Va beh! Per ora mi accontento di entrare nella mia cucina, sporcare e sperimentare, assecondando la fantasia, lasciandomi ispirare dai casi della vita.

Questo dolce, per esempio. Non nasce da quello che ho visto al corso con Marzia ma, come dicevo, la voglia di fare che si rinnova in me ogni volta che sono pungolata da nuovi stimoli, ha fatto da collante a quella serie di idee sparse che rimestavo nel pentolone del mio cervello da giorni. E la cosa curiosa, è che la settimana scorsa, una ragazza che mi segue nel Blog mi contatta e mi chiede: “Ciao Sere. Hai magari qualche ricetta di mousse??”. Sorridevo, mentre le rispondevo: “Ci sto giusto lavorando!…”

Ed allora eccola qua, la mia mousse primavera/estate 2017. Facile, come vi ho abituato con le mie ricette. Golosa, perché in un dolce non si può prescindere da questo. Fresca, come il Sole, meraviglioso, di questi giorni ci richiede. Leggera, come mi piace vivere la cucina. Originale, perché non so voi…ma io un dolcetto con caffè d’orzo e datteri non l’ho mai mangiato!

Spero che Lalla, la mia lettrice, ne sia soddisfatta!

Ingredienti:

per la mousse di caffè d’orzo e datteri

  • 375 ml di caffè d’orzo
  • 200 gr di datteri di Medjoul
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 cucchiaino di Agar Agar

per la mousse di fragole e mele

  • 400 gr di fragole
  • 200 ml di succo di mela limpido
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia
  • 1 cucchiaio di malto di riso
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • 1 cucchiaino di Agar Agar

per la guarnizione finale

  • granella di nocciole
  • foglioline di menta

Procedimento:

Preparate il caffè d’orzo. Io ho la caffettiera fatta apposta, altrimenti, potete usarne una tradizionale, avendo l’accortezza di riempire il filtro solo per metà. Oppure, potete usare il caffè d’orzo solubile.

Tagliuzzate i datteri, privateli del nocciolo e poneteli nel contenitore del frullatore ad immersione. Se riuscite ad acquistare i datteri sfusi e non privati del nocciolo – ormai si trovano, nei negozi bio o etnici – beh, la differenza sarà notevole.  Oltretutto non riuscirete più a farne a meno e tornare a quelli confezionati sarebbe una tristezza infinita. La qualità fa sempre la differenza, specialmente in cucina e nelle ricette come questa dove abbiamo pochi e semplici ingredienti naturali.

Versate sui datteri il cucchiaino di succo di limone, parte del caffè, ed iniziate a frullare, aggiungendo a mano a mano il restante caffè.

Mettete il liquido ottenuto in un pentolino sul fuoco, a fiamma bassa, ed a parte sciogliete l’Agar Agar con poca acqua, di modo che non si formino grumi, ed andate ad aggiungerlo al caffè d’orzo con i datteri. Fate bollire alcuni minuti.

Versate il liquido in bicchieri a calice, come ho fatto io – verificando che con il cucchiaino sia possibile arrivare agevolmente fino in fondo per mangiarlo -, o in delle coppette trasparenti.  Per un risultato più “pulito” aiutatevi con un imbuto.

Lasciate raffreddare, i primi minuti a temperatura ambiente, e dopo in frigorifero. Vedrete che il liquido, per effetto dell’Agar Agar, raffreddandosi, si solidificherà.

Mentre il primo strato di mousse si raffredda, lavate e tagliate le fragole. Ponetele in un pentolino, aggiungete il succo di mela, la vaniglia, un pizzico di sale, l’Agar Agar e mescolate bene. Mettete sul fuoco e portate a bollore, sempre mescolando, e fate bollire cinque minuti. Aggiungete qualche goccia di succo di limone, un cucchiaio di malto (più, se per il vostro gusto fosse ancora troppo poco dolce, oppure potreste ometterlo, se siete già abituati al grado di dolcezza dato dai soli zuccheri della frutta) e frullate il tutto.

Riprendete i bicchieri dal frigorifero, versate il secondo strato di mousse e, come in precedenza, lasciate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero.

Prima di servire, completate con della granella di nocciole, e guarnite con foglioline di menta fresca.

Ora che ho finito l’articolo, posso andare a prendere i miei bicchieri per il set fotografico!

Contrasto di Mousse Amore Bio

…E LE FOTO DI MAMMA VIVIANA

Una fresca merenda, a bordo piscina. Un leggero dessert, a fine pranzo. Un delizioso momento di coccole, ogni volta che volete.

Per la tua spesa bio, comodamente a casa:

 

Agar Agar in Polvere
Gelidificante 100% vegetale – Addensante per marmellate, budini, dolci

Voto medio su 64 recensioni: Da non perdere

€ 7.8

Succo di Mela Limpido
Limpido e cristallino

Voto medio su 5 recensioni: Buono

€ 2.66

Malto di Riso Bio
Dolcificante con un elevato potere nutrizionale

Voto medio su 99 recensioni: Da non perdere

€ 3.7


0 comments on “Contrasto di Mousse Amore BioAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *