Hummus di Cicerchie Speziato

Sono giornate molto produttive, dal punto di vista culinario. Sarà che mi sento ispirata, sarà che sono serena, (sarà che ho sempre fame?!?), ma la spinta creativa e la voglia di fare e condividere mi muovono.

Voglio raccontarvi questo Hummus un po’ alternativo, con le cicerchie: un legume antico, “povero”, largamente utilizzato nell’antichità, che ultimamente, grazie al risveglio che fortunatamente stiamo percependo, di interesse verso una cucina più sana, vicina alla terra, alle tradizioni, è stato rivalutato. Per molto tempo gli era stato conferito un ruolo di serie B, a causa della sua “tossicità”, data dalla presenza di una neurotossina, causa di una malattia detta neurolatirismo. Va detto che tale malattia veniva riscontrata in condizioni “estreme”, quando, nei periodi di carestie, la cicerchia era la fonte esclusiva o principale di nutrimento per lunghi periodi, perché era l’unico legume in grado di resistere alle condizioni climatiche più avverse. In realtà, usando le dovute accortezze, in termini di tempi di ammollo, risciacquo e cottura, associate ad un consumo saltuario, tali paure non sono legittimate, anzi, ben venga la varietà nella nostra dieta, con l’introduzione anche di questo importante alimento!

Che di qualità, la cicerchia, ne ha. E’ molto ricca di proteine, contiene calcio, fosforo e vitamine di vario tipo, soprattutto PP e del gruppo B. Anche le fibre sono presenti in buona quantità e pur essendo povero di grassi, questo legume risulta molto energetico, capace di stimolare la memoria e migliorare il tono muscolare generale dell’organismo. E, in ultimo ma non meno importante: la cicerchia è buona.

Ingredienti: 

  • 200 gr di cicerchie cotte
  • 1 cucchiaio di salsa Thain
  • 1 cucchiaino di Shiro miso, o salsa di soia
  • 1 cucchiaino di senape
  • Curry a piacere
  • Prezzemolo e paprika q.b.

Preparazione:

Già lo so. In pochi vi metterete a cuocere le cicerchie, e già cotte è un po’ difficile trovarle. Potete sostituirle con dei fagioli cannellini: cromaticamente il risultato sarà lo stesso. O con i ceci, ma in quel caso avremmo un hummus molto più tradizionale, vicino alla ricetta originale.

Se invece vi sentite ben disposti ed organizzati per cuocere le cicerchie vi consiglio di procedere in questo modo: è fondamentale una lunga macerazione, almeno 24 ore, in acqua, da rinnovare 2-3 volte. Dopodiché, sciacquatele molto bene in acqua fredda e ponetele in pentola a pressione, con una proporzione legume ed acqua di 1:4, ed aggiungete un pezzettino di alga kombu. Questa alga, molto utilizzata nell’ alimentazione naturale, ha una funzione “tecnica” nella cottura dei legumi, perché ha la proprietà di renderli non solo completamente digeribili, ma anche di eliminare il fastidioso problema della flatulenza. La trovate con facilità nei negozi di prodotti biologici. Si può anche – ed io l’ho fatto — mettere un pezzettino di alga insieme alle cicerchie anche nella fase di ammollo, per poi metterne un pezzettino nuovo in fase di cottura.

Chiudete la pentola a pressione e ponetela sopra una fiamma piuttosto vivace, fino a che non entra in pressione. Da quel momento, abbassate la fiamma al minimo (spostatela proprio nel fornello più piccolo che avete), e lasciate che le cicerchie cuociano per due ore. Il lungo ammollo e la cottura prolungata, ad alte temperature, rendono le cicerchie più digeribili.

Terminata la cottura e scesa la pressione nella pentola, aprite e riaccendete il fuoco: appena riprende a bollire, aggiungete il sale e mescolate per farlo assorbire. Importante: non salate i legumi all’ inizio, perché il sale potrebbe pregiudicarne la cottura! Se invece, una volta aperta la pentola, vi risultasse che le cicerchie non sono tenerissime, rimettete sul fuoco con poca acqua bollente, se fosse terminata, e salate sempre alla fine.

A questo punto le vostre cicerchie sono pronte. Versatele nel contenitore del frullatore ad immersione, aggiungete gli altri ingredienti, e frullate, fino ad ottenere una crema liscia. Se necessario aggiungete acqua di cottura dei legumi.

Versate su un contenitore adatto, e completate con una spolverata di paprika e prezzemolo.

L’hummus è ottimo come aperitivo, come cena leggera, accompagnato con delle gallette, o del pane tostato. Estate ed Inverno, non c’è stagione che non voglia l’hummus. Se poi è anche un po’ speziato ed alternativo…come dirgli di no?!?

Hummus di Cicerchie Speziato

Per la tua spesa bio, comodamente a casa:

 

Cicerchie Lessate
Coltivate in Toscana
€ 3.8


Tahin Bio - Crema di Sesamo
Ideale per creme, salse e patè

Voto medio su 79 recensioni: Da non perdere

€ 11.5

Shiro Miso Bio - 250 g
Condimento alimentare biologico a base di riso

Voto medio su 11 recensioni: Da non perdere

€ 6.99


Curry Dolce
Miscela di spezie in polvere per insaporire riso, verdure e piatti esotici

Voto medio su 8 recensioni: Buono

€ 2.805

1 comment on “Hummus di Cicerchie SpeziatoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *