“Capotouille” Amore Bio

Quelle volte che penso “e stasera che mangerò?”, in quelle giornate scarse di idee e a corto di tempo, la risposta che mi do sempre è: l’importante, è che ci sia qualcosa di verdura, poi in qualche modo la cena si fa. Per i miei gusti, pane e cavolo d’inverno, pane e pomodoro d’estate, sono già un menù interessante.

Stasera, il mio motto, è stato più azzeccato che mai. Sì perché le verdure sono state proprio protagoniste in tavola. Ed è venuto fuori qualcosa di più, di pane e pomodoro ?

Ne’ Ratatouille Provenzale, ne’ Caponata Siciliana… forse un po’ sia dell’una che dell’altra, qualche ingrediente in meno su una, qualcosa in più dell’altra, qualcosa di diverso da entrambe, per un risultato finale che assume una personalitá tutta sua…è la mia “CAPOTOUILLE” AMORE BIO.

“Capotouille” Amore Bio

Verdure estive, profumo di timo e maggiorana, retrogusto agrodolce di uvetta ed aceto, croccantezza intrigante di semi di zucca…basta questa lista ad invogliarvi?

Ingredienti:

  • 1 cipolla
  • 15 pomodorini
  • 1 carota
  • 1 melanzana
  • 1 zucchina
  • 2 cucchiai di uvetta sultanina
  • 4 cucchiai di olive nere denocciolate
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • sale marino integrale q.b.
  • Timo e maggiorana q.b.
  • Semi di zucca q.b.

Preparazione:

Lavate tutta la verdura, per averla pronta da affettare al momento di utilizzo.

Versate tre cucchiai d’olio in una padella tipo wok, e ponete la fiamma al minimo.

Con l’aiuto di una mandolina affettate sottilmente la cipolla, ed aggiungetela all’olio.

Lavate i pomodorini e tagliateli in piccoli pezzi. Quindi, aggiungeteli alla cipolla, che nel frattempo avrà iniziato ad appassire. Aggiungete anche l’uvetta, e mescolate.

Tagliate la carota a quadratini uniformi, che andrete ad aggiungere alle altre verdure.

È la volta di melanzana e zucchina: anche queste vanno ridotte in piccoli quadrati e messe in padella.

Salate, mescolate bene, ed a questo punto spostatevi su una fiamma media e portate avanti la cottura per circa dieci minuti, con un coperchio, di modo che non si asciughi subito tutta l’umidità e le verdure si ammorbidiscano.

Quando la “Capotouille” sarà avanti con la cottura, scoprite, aggiungete un paio di cucchiai di aceto, le erbette, e le olive tagliate a metà, e fate andare ancora qualche minuto a fiamma vivace. Aggiustate di sapiditá, se necessario.

Spegnete il fuoco, e trasferite le verdure su un piatto da portata. Arricchite con semi di zucca, e qualche altra foglia di timo e maggiorana freschi, che oltre che aggiungere profumo, daranno anche una graziosa decorazione.

Ottima, la Capotouille, per accompagnare un cous cous, ma anche per farcire una piadina, o condire un crostone. Se avete altre idee sfiziose su come abbinarla sarei felice di conoscerle!

“Capotouille” Amore Bio

P.S.: da dove viene il nome “Capotouille”? Idea di Moreno, ovviamente, e della sua ironia che amo!

Per la tua spesa bio, comodamente a casa:

Uvetta Biologica
Uvetta selezionata da coltivazioni biologiche certificate

Voto medio su 12 recensioni: Da non perdere

€ 3.25

Semi di Zucca
Decorticati, da agricoltura biologica

Voto medio su 511 recensioni: Da non perdere

€ 2.99

Aceto di Mele
Con mele italiane – profumo gentile, un sapore rotondo

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 4.5

0 comments on ““Capotouille” Amore BioAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *