Torta Biscottata con Crema di Miglio e Frutta Fresca

Quando ero piccola, la mia torta di compleanno, tutti gli anni, per tanti anni, è stata la torta gelato “Romantica” della Algida.

Andavo matta per quel dolce. Impazzivo, tanto da andare a rubarle dai piatti altrui, per le praline di cioccolato che ricoprivano la superficie – tanto quando sei piccola, ti è concesso tutto 😛 – , e con il tempo, crescendo, imparai sempre più ad apprezzare lo strato di biscotto nel mezzo. E la panna, la panna tutto intorno, quella panna che con il caldo di luglio in poco tempo diventava così morbida e fluida…mmmh, non so dirvi quanta ne ho mangiata, ingorda com’ero.

Poi gli anni passano, e le intolleranze alimentari aumentano! Fortunatamente, i gusti si adeguano. Oggi certi dolci di cui prima andavo matta non mi tentano nemmeno più…ma riconosco che quel piacere così genuino, autentico e festoso che provavo, da bambina fino a ragazza, affondando il coltello nella Torta Romantica, sarebbe stato bello da riprovare, e per un attimo ho accarezzato nella mente l’idea di poter spegnere le candeline sopra il mio dolce di compleanno storico, anche alla soglia dei trentadue.

Poi invece, un guizzo della mente. La nostalgia rinfilata nel cassetto, decisa a vestirmi di intraprendenza. Volevo creare la mia nuova Torta di Compleanno.

Che doveva essere fresca. Colorata. Leggera ma invitante. Che non mi chiedesse di accendere il forno, che sapesse di casa, che ricordasse qualcosa senza somigliarle, e per questo rimanesse in mente. Che non fosse fatta di nessun ingrediente “incriminato”, e nonostante questo, e anche per questo, dopo averla mangiata potessi comunque sentirmi accontentata.

La mia torta di compleanno è un po’ cheesecake, con la golosa base biscottata. E’ un po’ un dolce macrobiotico, con la delicatezza e leggerezza dello strato di crema di miglio. E’ un po’ crostata di frutta casalinga, con la zuccherina copertura di lamponi, mirtilli, albicocche e kiwi.

Volete che vi faccia una confessione? L’ho portata al lavoro con animo inquieto, fino a che le mie più audaci colleghe, cavie di professione,  hanno affondato il coltello, l’hanno assaggiata, e mi hanno pronunciato il loro fatidico “ok, la puoi offrire agli altri, è buonissima!”. Mi piace e mi pungola, questa adrenalina che precede il loro assaggio, ogni volta che metto insieme qualcosa di nuovo!

Ingredienti:

per la base

  • 250 gr di biscotti secchi
  • 100 gr di olio di cocco

per lo strato di crema di miglio

  • 200 gr di miglio
  • 720 ml di acqua
  • 1 pezzo di buccia di limone
  • vaniglia a piacere
  • 1 pizzico di sale
  • 4/5 cucchiai di sciroppo d’acero

per la copertura di frutta e gelatina

  • frutta fresca a piacere
  • succo di limone
  • 1/2 bicchiere di acqua
  • 1/2 cucchiaio di sciroppo d’acero
  • 1/2 cucchiaino di agar agar in polvere

Preparazione:

Inserite i biscotti in un mixer, ed iniziate a frullarli. Aggiungete il burro di cocco e riprendete a frullare. Il risultato finale deve somigliare alla consistenza della sabbia bagnata: se vi sembrasse troppo lento, aggiungete degli altri biscotti, viceversa, ancora burro. Il burro di cocco a seconda della temperatura può presentarsi come molto liquido, o più compatto. Nel secondo caso, fatelo ammorbidire prima di versarlo sui biscotti. Con il clima di questi giorni, a meno che non lo teniate in frigorifero, si presenta già liquido come l’olio!

Rivestite con carta-forno il fondo di una tortiera con cerniera apribile. Io, per un risultato più preciso, strappo un pezzo di carta, lo sistemo sopra la base della tortiera, e poi applico il pezzo di stampo con la cerniera: la carta che rimane esterna, la strappo o la taglio.

Versate il composto sulla tortiera e compattatelo bene, a creare una base omogenea, aiutandovi con un cucchiaio. Mettete a raffreddare in frigorifero, per almeno mezzora.

Sciacquate il miglio con accuratezza – è un cereale molto polveroso – e ponetelo in pentola a pressione, con i 720 ml abbondanti di acqua, un pizzico di sale (che esalta la dolcezza), la buccia di limone e la vaniglia.

Chiudete la pentola, mettetela sul fuoco, e da quando entra in pressione cuocete per 30 minuti, trasferendo la pentola sul fornello più piccolo, con la fiamma al minimo e preferibilmente con uno spargifiamma.

Al termine della cottura, fate sfiatare la pentola, poi apritela, togliete la buccia di limone, dolcificate a piacere – consiglio 4 o 5 cucchiai di sciroppo d’acero – e frullate fino ad ottenere una crema liscia. Fate stiepidire.

Aggiungete la crema alla base, verificando che questa si sia nel frattempo ben compattata, per essere certi che il risultato visivo finale sarà di avere tre strati ben definiti. In caso non fosse ancora addensata, trasferitela nel freezer per 10/15 minuti. In questo lasso di tempo, la crema potrebbe stringersi troppo per essere poi versata nella base: rifrullatela poco prima.

Realizzate con la crema uno strato non troppo alto, di circa 2 cm. Riponete in frigorifero, mentre preparate la copertura finale.

Lavate la frutta ed affettatela. Irroratela con del succo di limone, per evitare che annerisca (specialmente se usate mele, pere, banane…). Disponete la frutta sopra la torta a vostro piacimento, con precisione.

In un pentolino sciogliete l’agar agar con mezzo bicchiere d’acqua (circa 50 ml), un cucchiaio di sciroppo d’acero, e mescolate bene, per evitare i grumi. Ponete il pentolino sul fuoco, portate a bollore, e fate andare per due minuti, sempre mescolando.

Versate la gelatina sopra la frutta, uniformemente.

Rimettete in frigorifero a raffreddare per almeno 2 ore.

Al momento di servire, io ho abbellito con delle decorazioni di zucchero: schifosamente non bio, ve lo dico, e non certo sane, ma per una volta l’anno, chissene! Volevo che la mia torta fosse carina :D.

Torta Biscottata con Crema di Miglio e Frutta Fresca
La prima fetta tagliata in ufficio!

E ne ho già pensata una variante, che non vedo l’ora di realizzare! Aggiungere al miglio, prima di frullarlo, delle fettine e del succo di ananas! Poi, come strato finale, pezzetti di ananas, cocco grattugiato e foglioline di menta fresche 😛

E a voi cosa dice la fantasia? Avete delle varianti che vi stuzzicano? Sarei felice di conoscerle e metterle in pratica!

Per la tua spesa bio, comodamente a casa:




Sciroppo d'Acero
Disponibile in confezione da 250 ml e 500 ml e 1 litro

Voto medio su 103 recensioni: Da non perdere

€ 7.79

Agar Agar in Polvere
Gelidificante 100% vegetale – Addensante per marmellate, budini, dolci

Voto medio su 68 recensioni: Da non perdere

€ 7.8

0 comments on “Torta Biscottata con Crema di Miglio e Frutta FrescaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *