Zuppa al Profumo d’Ottobre

Ma quanto è buono il profumo della domenica mattina? L’aroma sensuale del risveglio lento, gli effluvi dolci di una piacevole serata trascorsa che ancora si spandono tutt’intorno, le essenze fragranti dei progetti condivisi con cui impegnare le ore a venire.

E’ questione di riconoscerli, gli odori che fanno buona la vita.

E poi, portarli in cucina. Con le erbe aromatiche, i cibi di stagione, le consistenze multiformi.

Ecco il piatto di oggi, fatto di profumi autunnali, di densità appagante. Zucca, porcini. Farro, miglio. Timo, rosmarino, prezzemolo e pepe nero.

Zuppa al Profumo d’Ottobre

Ingredienti:

  • 500 gr di zucca pulita
  • 1 cipolla gialla
  • 20 gr di porcini secchi
  • 60 gr di farro perlato
  • 60 gr di miglio decorticato
  • Acqua naturale o brodo vegetale
  • Olio EVO
  • sale marino integrale
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di rosmarino
  • prezzemolo q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.

Preparazione:

Per prima cosa, pulite e tagliate la zucca a cubetti.

Mettete in ammollo i funghi.

Affettate sottilmente la cipolla e scaldate un generoso giro d’olio in pentola. Io ho usato un tegame di coccio, perché in questo tipo di preparazioni, non c’è niente da fare: dà qualcosa in più alla ricetta.

Aggiungete la cipolla all’olio, salate ed unite un profumo di timo. Lasciate che appassisca qualche minuto.

Scolate e tagliate grossolanamente i funghi – ma non buttate l’acqua: è saporita, si può usare in cottura! –  e versateli in pentola, seguiti dopo qualche istante dalla zucca e da un rametto di rosmarino.

Aggiungete acqua – anche quella dell’ammollo dei funghi (che io una volta buttavo, fino a che lo Chef Martino Beria mi ha insegnato che invece era ottimo utilizzarla) fino a coprire quasi interamente la zucca, poi mettete il coperchio e lasciate cuocere una decina di minuti.

Per un sapore più marcato, invece dell’acqua potete aggiungere del brodo vegetale.

Nel frattempo, sciacquate bene i cereali. In questo caso io ho utilizzato il farro perlato, che ha all’incirca lo stesso tempo di cottura del miglio. Di prassi però, preferisco la versione decorticata, poiché meno raffinata (volete la verità? Ho sbagliato ad acquistarlo: l’avrei potuto cuocere a parte -previo ammollo – per assorbimento, lasciandolo un po’  indietro di cottura, e poi aggiungerlo alla zuppa, insieme al miglio, e cuocerli insieme per fargli assorbire bene i sapori).
Trascorsi i dieci minuti di cottura della zucca, aggiungete i cereali in pentola, ed altra acqua o brodo, a coprire. Lasciar cuocere per circa 30 minuti, aggiungendo liquido al bisogno, e aggiustando di sapidità.

Al termine, spegnete il fuoco e lasciate qualche minuto di riposo, per far assestare i sapori.

Servite calda, con un filo d’olio a crudo, una spolverata di pepe nero macinato al momento, e prezzemolo fresco.

Zuppa al Profumo d’Ottobre

Per la tua spesa bio, comodamente a casa:

Farro Perlato
(triticum dicoccum) varietà antica

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 2.60

Farro Decorticato
(triticum dicoccum)

Voto medio su 9 recensioni: Da non perdere

€ 2.33

Miglio Decorticato
Varietà antica

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

€ 2.95

Timo - Spezia
Thimus Vulgaris

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

€ 3.30

Rosmarino - 22 gr
Rosmarinus officinalis

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 3.63


0 comments on “Zuppa al Profumo d’OttobreAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *